postheadericon TARATURA

Il giorno 31.07.2017 è stato emesso il decreto 282, che ha fatto seguito alla sentenza della Corte Costituzionale 113/15 del 18.06.2015, tale decreto rende obbligatoria  per tutti i misuratori di velocità la taratura da effettuarsi dai laboratori accreditati e la verifica di funzionalità da effettuarsi dagli operatori con frequenza annuale dagli operatori dei vari Enti proprietari delle apparecchiature in questione; il decreto obbliga inoltre (punto 5.1), secondo quanto previsto dai manuali d’uso, che su indicazioni del Ministero Infrastrutture e Trasporti sono stati adeguati  alle nuove esigenze, la revisione degli strumenti con cadenza annuale effettuata dal costruttore.

Vorremmo a questo punto sottolineare l’estrema importanza che riveste una competente revisione che né la taratura né la verifica di funzionalità effettuata dagli operatori possono portare a risultati accettabili.

La nostra società opera con la seguente procedura : su appuntamento accettiamo di effettuare sui nostri misuratori di velocità revisione/manutenzione, una volta conclusa questa operazione la strumentazione viene inviata presso uno dei tre centri accreditati di taratura di misuratori di velocità esistenti in Italia che esegue la taratura, ci rispedisce lo strumento  che viene da noi fatto poi  pervenire all’ente proprietario accompagnato dai due certificati uno di revisione e l’altro di taratura accreditata.

In questo modo gli enti proprietari si mettono al riparo da qualsiasi possibilità di ricorsi che possono avere la meglio nel caso d’esame dello stesso da parte del giudice.

Per quanto riguarda la revisione dei nostri misuratori di velocità, siano essi Velomatic o Telelaser nelle varie configurazioni, noi ci sentiamo in dovere di consigliare, aldilà dell’obbligo imposto dal Decreto, che  l’operazione venga effettuata presso il nostro laboratorio in quanto possiamo affermare con certezza che nessuna ditta o persona possiede la conoscenza tecnica, gli strumenti, i pezzi di ricambio, gli aggiornamenti software per esaminare, riparare e rimettere perfettamente  in funzione le apparecchiature da noi prodotte o importate in esclusiva.

Interventi non adeguati possono provocare danni anche gravi alle apparecchiature.

E’ importante inoltre prendere atto che solo la nostra società può dichiarare la conformità dello strumento esaminato rispetto al modello depositato presso il Ministero dei Trasporti nel corso delle operazioni di approvazione ministeriale